mercoledì 7 dicembre 2011

Figlia mia…
Da quando ti ho messo al mondo se soltanto penso a  quanto mi sei costata in pannolini, minestrine, mortadella, scarpe, vestiti, iscrizioni alle palestre, abbigliamento sportivo, sciroppi per la tosse, scarpe da ginnastica "solonike”, vestiti, trucchi, capelli: corti  lunghi arancioni blu lisci e ricci.
Se ripenso a tutti i tuoi viaggi dai quali mi riportavi sempre una cazza di "ciotolainutile" e tutte le volte ti dicevo “che bella…grazie”
A tutte le volte che ti ammalavi e mi chiedevi di raccontarti la favola della “fata del bosco incantato” che io avevo inventato per te e che puntualmente non  ricordavo e cercavo di raccontarne un’altra ma tu mi dicevi che non era la stessa.
Se penso alle nostre corse in ospedale, dico nostre perché non solo io ho accompagnato te, ma, anche tu hai accompagnato me… bhè penso sempre a quella volta che siamo state 5 ore per fare una lastra alla tua caviglia inspiegabilmente gonfia…. Dopo mesi mi hai confessato che avevi dato un calcio all’armadio perché eri incazzata con me.
Se penso a tutte le volte che ci siamo abbracciate, scornate, baciate e sputazzate.
Se penso che a causa tua nella nostra famiglia è entrata Silvy e da lì è nata "la saga dei gatti."
Se penso a tutti gli indirizzi scolastici che hai cambiato dicendo che lo facevi per me … e invece io avrei voluto che tu facessi semplicemente “ geometra”.
Se penso a quando ti sei presa la varicella e ti ho contato le bolle… ne avevi  113.
Se penso a quante volte ti ho aspettato in finestra come se aspettare in finestra ti avesse fatto arrivare prima.
Se penso a quante volte mi hai fatto vedere Mila e Shiro ,Magica Magica Emi,I Puffi, Gli Snorky,
Memole dolce Memole, Holly & Benji, e quella gran rottura di palle di Kiss me Licia…. 
A quante volte abbiamo provato insieme la coreografia della Cuccarini e io ti dovevo tirare per una gamba.
Se penso a quando ti sei iscritta a “canto”  e siamo andate a fare la visita alle corde vocali e poi a “canto” non ci sei andata più… se penso che…

Se ripenso a quello che ho provato nel momento in cui ti ho vista … penso che sarei potuta anche morire quel momento perché sarebbe stato sufficiente a dare un senso … meraviglioso… alla mia vita.

5 commenti:

  1. Grazie per il passaggio dalle mie parti, così mi sono fatto un bel sorriso leggendo le tue avventure bancarie.
    Molto bello anche "figlia mia", poi domani sera proseguirò la lettura.
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Tina.....come riesci bene a descrivere sensazioni e stati d'animo, hai una grande capacità e mi piacerebbe molto avere anche solo una centesima parte di quella che hai tu,ma è dote di natura e me lo posso scoradare! Ma leggerti è sempre un piacere!Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandrina, io credo che ogni persona abbia capacità... :-) vogliamo parlare di quello che sai fare tu?..... ehehehhehe

      Elimina
  3. monica musella4 marzo 2013 04:34

    che bella persona sei! sto qui a piangere da mezz'ora leggendo i fatti tuoi... io che volevo solo vedere la casetta di biscotto come l'avevi fatta!!
    ti abbraccio e ti sono vicina anche se veramente proprio non ti conosco, ma conosco i sentimenti di figlia, mamma e ... donna.
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica.... presumo tu arrivi da cookaround :) eh già.... ho due passioni...cucinare e scrivere. Cucinare per far felici gli altri..scrivere invece rende molto felice me. Ti abbraccio anche io e ti faccio tanti auguri per la vita come figlia .....come mamma e come donna!!!
      Tina

      Elimina